Contributi statali

 

Ne beneficiano i proprietari e loro familiari conviventi che dimostrano di convivere. Riportando il cod. fisc. nella causale; titolari di diritti reali (nuda proprietà - uso -  usufrutto - abitazione); inquilini e comodatari (persone che usano gratuitamente la casa); futuri acquirenti di un immobile con compromesso registrato; soci di cooperative in proprietà divisa e indivisa; soci di imprese familiari.


Contributo statale 50% per privati che acquistano condizionatori con pompa di calore ad espansione diretta.


Contributo statale 65% per p
rivati che acquistano pompe di calore aria-acqua ad elevata efficienza energetica che sostituiscono il riscaldamento primario. Condizionatori con pompa di calore ad espansione diretta che evidenziano il riscaldamento primario.


Contributo statale 140% per p
ossessori di partita IVA. Nella nuova finanziaria 2016 per i condizionatori con pompa di calore è previsto un'innalzamento del recupero delle spese dei beni strumentali da 100% a 140% con ammortamento in 5 anni


Detrazione
totale dell'importo

Si detrae sempre tutto l'intero importo con prodotti, manodopera ed lVA.
Si detrae tutto se trattasi di chiavi in mano con prodotti ed installazione e sia in caso di acquisto separato dall'installazione per cui è possibile acquistare online e farli installare al proprio installatore o un nostro installatore di zona. L'importante è fare fattura, b/b con causale come specificato sotto.


Bonifico bancario o postale:
unica modalità di pagamento


Causale del bonifico:    

  1. Cognome e nome
  2. Codice Fiscale
  3. City Clima Italy srl Partita I.V.A. 03646600365
  4. Detrazione 50%: Ristrutturazione edilizia Legge 917-1986-TUIR ART. 16BIS
  5. Detrazione 65%: Efficienza Energetica Legge 214/2011

Decreti legge    
Il decreto legge D.L. 63 del 4/6/13 
 prima e la legge di stabilità per il 2014 poi, hanno riconosciuto una detrazione del 50% anche sulle ulteriori spese sostenute dal 04/06/13 al 31/12/14, prorogata al 31/12/15 per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione va ripartita in 10 quote annuali di pari importo, ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro. Per le prestazioni di servizi relative agli interventi di recupero edilizio, di manutenzione ordinaria e straordinaria, realizzati sugli immobili a prevalente destinazione abitativa privata, si applica l’aliquota Iva agevolata del 10%...

Continua >>

 

tasto pdf


www.agenziaentrate.gov.it

 

[X]