Calcolo potenza

 

Non solo la potenza, fà la differenza.

climatizzatori ad espansione diretta ovvero le unità interne sono delle unità ventilanti. Sono come un binario: da un lato devono garantire la saturazione del locale nel minor tempo possibile e dall'altro lato devono garantire la temperatura dell'aria in uscita con la potenza necessaria.

L'unità interna è il vero terminale intelligente, ma per monitorare ed esaudire le richieste dell'utente, non và considerata solo la potenza, ma anche la quantità di aria che immette nel locale in un'ora. Per cui vanno progettate e posizionate correttamente.

Le unità interne immettono aria nel locale, per cui vanno proporzionate al volume per saturarlo quanto prima e modularne velocemente i consumi dell'unità esterna, senza creare ritardi che si traducono in spreco energetico.

Sempre più spesso, i nostri clienti sottolineano che avendo una casa in classe B/A, il loro impianto non ha bisogno di tanta potenza.

Considerazione esatta, ma solo a metà! E' vero che lo scambio termico con classe B/A è molto relativo, ma abbiamo precisato che bisogna creare un binario.

Per cui l'altra metà che non si stà considerando, sono i tempi di saturazione del locale, per cui si rischia di immettere minor quantità di aria in proporzione ai metri cubi del locale.

L'unità esterna multisplit da 2 a 9 unità collegabili sfrutta al meglio l'energia rinnovabile disponibile nell'aria, anche in situazioni climatiche avverse, in cui le pompe di calore riscaldano fino a -15° esterni. Il resto della potenza necessaria, viene gnerata dal compressore che utilizza la tecnologia inverter per modulare gli assorbimenti elettrici in base ai carichi di lavoro richiesti appunto dalle unità interne attive.

 

La potenza dell'unità esterna deve garantire la potenza richiesta dalle unità interne attive nella stessa fascia oraria per cui è importante fare un focus sul nucleo familiare con le sue abitudini, in tal modo la progettazione localizzerà la potenza necessaria. 

 

Range operativo delle unità interne

Nello store di cityclima.it, abbiamo calcolato il range operativo di ogni unità interna di tutti i modelli dei condizionatori esposti.

Il calcolo è stato eseguito per saturare locali con altezza media di 2.75 mt.
Per cui ogni unità interna nello store online, ha esposto il proprio range per rinfrescare in estate.

Per calcolare la potenza per il riscaldamento in pompa di calore, aggiungete il 30% alla potenza adoperata per rinfrescare, in quanto la resa della sezione esterna durante l'inverno, potrebbe perdere fino al 30%, considerando che la temperatura esterna potrebbe scendere fino a -15°, limite max di funzionamento delle unità esterne residenziali.

Per i climatizzatori aziendali, il campo di funzionamento delle unità esterne raggiunge spesso i -25° esterni.

Per climatizzare locali con escursioni termiche elevate, contattateci direttamente.

 

Cos'è la potenza nominale?

Le potenze dei climatizzatori, vanno considerate sempre nominali ovvero a media e mai a massima potenza. In tal modo, la tecnologia inverter di cui son dotati i nostri apparecchi o gran parte di essi , vi confermerà tutti i suoi vantaggi, con risultati eccezionali sotto il profilo dell'assorbimento energetico fino al 50% in meno rispetto agli on-off tradizionali. L'inverter è la tecnologia intelligente che ricevendo informazioni dall'unità interna, regola e parzializza la potenza dell'esterna, riducendo i consumi elettrici con un'usura minore del compressore stesso. Se la potenza è stata calcolata male e quindi non nominale, gli assorbimenti saranno altissimi con un'usura anticipata dello stesso.

Il nostro suggerimento nella scelta dell'unità interne, è di stare nel centro del range operativo.
Esempio: se abbiamo un locale di 20 mq, osservando il range del
9000 btu è da 15 a 25 mq.
In pratica se il locale fosse 25 mq, sconsigliamo la 9000 btu perchè
ritarderebbe la satuazione del locale, ritardandone a catena la comunicazione all'unità esterna di calare la potenza ed i conseguenti assorbimenti elettrici.
A contrario, la 12000 btu
anticipa questo iter apportando una modulazione anticipata di tutti i consumi!

 

Come scegliere il modello desiderato in base alla potenza

Nel codice prodotto, il numero rappresenta la potenza del prodotto. Daikin e Mitsubishi Electric usano i kw. General Fujitsu usa i btu.

Esempio in kw: l'unità interna Mitsubishi MSZ-SF35VA corrisponde ad una potenza nominale di 3,5 kw (12000 btu).
Esempio in kw: l'unità interna Daikin FTXM35M corrisponde ad una potenza nominale di 3,5 kw (12000 btu).
Esempio in btu: l'unità interna Fujitsu General ASHG12LMCA  corrisponde ad una potenza nominale di 12000 btu (3,5 kw).

 

Ottieni Più Risultati

Come abbiamo detto sopra, la marca non basta!
Dal Tuo impianto puoi ottenere molto di più:

+ Affidabilità
+ Risparmio energetico annuo
+ Uso degli elettrodomesti
+ Risparmio sul riscaldamento
+ Silenziosità
+ Purificazione dell'aria

ed altri
risultati che potrai scoprire contattandoci direttamente per una consulenza su misura con progettazione del Tuo impianto.

 vuoi sapere come

[X]